giovedì 22 maggio 2014

Che cos'è la Cedolare secca e come si applica?

Possono optare per il regime della cedolare secca le persone fisiche titolari del diritto di proprietà o del diritto reale di godimento (per esempio usufrutto) su unità immobiliari abitative locate.
L’opzione non può essere effettuata nell’ esercizio di attività di impresa o di arti e professioni.
Non possono aderire al nuovo regime le società e gli enti non commerciali.

Contitolarità
In caso di contitolarità dell’immobile l’opzione deve essere esercitata distintamente da ciascun locatore.
I locatori contitolari che non esercitano l’opzione sono tenuti al versamento dell’imposta di registro calcolata sulla parte del canone di locazione loro imputabile in base alle quote di possesso. E deve essere comunque versata l’imposta di bollo sul contratto di locazione.
L’imposta di registro deve essere versata per l’intero importo stabilito nei casi in cui la norma fissa l’ammontare minimo dell’imposta dovuta.
Requisiti degli immobili per esercitare l'opzione
L’opzione può essere esercitata in relazione a ciascuna unità immobiliare ad uso abitativo e alle relative pertinenze locate congiuntamente all’abitazione.

giovedì 15 maggio 2014

Che cos'è il Temporary Shop?


Per Temporary Shop si intendono i negozi o uffici a tempo. Significa che puoi disporre di ambienti corredati da tutti i comfort quali aria condizionata, riscaldamento linea internet e Pos oltre a luce/acqua/gas, parcheggio e sorveglianza. Un Temporary shop è l'ideale per iniziare un attività senza correre rischi.Il contratto di sei mesi rinnovabile per i successivi sei, non ti impegna e ti lascia libero/a di provare e decidere di proseguire l'attività o mollare senza aver fatto debiti e nella massima tranquillità.Il concetto del "tutto compreso" è una formula nuova che ti permette di non avere sorprese, sai fin da subito quello che spendi e sai che sei libero/a di lasciare o proseguire senza gli obblighi dei contratti normali d'affitto commerciali.Chiedi un appuntamento per maggiori informazioni abbiamo negozi o uffici a partire da € 400,00 il mese tutto compreso.


venerdì 9 maggio 2014

Affitti in nero: cancellate le super sanzioni contro i proprietari con effetto retroattivo

Cancellate con un tratto di penna le super-sanzioni contro i proprietari che affittano abitazioni in nero. La possibilità per l'inquilino di denunciare il padrone di casa, ottenendo un canone scontato, non esiste più. Anzi, è come se non fosse mai esistita.

La pronuncia 
La Corte costituzionale, con la sentenza 50/2014, dichiara illegittimo l'articolo 3, commi 8 e 9, del decreto legislativo 23/2011. Ovvero le norme che permettevano all'inquilino di registrare di propria iniziativa il contratto d'affitto presso un qualsiasi ufficio delle Entrate, beneficiando di un canone annuo pari al triplo della rendita catastale (importo che in genere è del 70-80% inferiore ai valori di mercato), con una durata di quattro anni rinnovabili di altri quattro.
Secondo le disposizioni bocciate dalla Corte costituzionale, la registrazione poteva essere effettuata a cura dell'inquilino  (ma anche da parte dei funzionari del Fisco o della Guardia di Finanza) in tutti i casi in cui il contratto d'affitto non era stato registrato entro il termine previsto dalla legge (30 giorni dalla firma). E lo stesso succedeva quando il contratto era stato registrato indicando un importo inferiore a quello reale oppure quando, al posto di un contratto di locazione, era stato registrato un finto comodato gratuito.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...